• IL RISTORANTE CLAUDIA A PARMA

    Attività di accoglienza turistica e ristorazione

  • Di proprietà di Patrizia Pensieri, il Ristorante Claudia a Parma è un prestigioso locale improntato al recupero e alla promozione di antiche tradizioni culturali ed enogastronomiche parmensi.

    Partendo proprio dalla struttura che ospita l’attività, ovvero un’ex colonia, si è pensato di valorizzare il territorio e i frutti che esso è in grado di offrire.

    Dal 2004 la sig.ra Pensieri gestisce il locale con l’aiuto di un socio, il Sig. Alberto Lambertini e due collaboratori, uno responsabile della cucina e l’altro, cameriere di sala per il ristorante.

    L’ospitalità offerta è studiata per accogliere una clientela selezionata di fascia medio alta, alla quale viene garantito un ambiente curato e attrezzato con 70 coperti interni ed un gazebo esterno, disponibile ed allestito solo per la stagione estiva con possibilità di circa 100 posti aggiuntivi.

    Per il fine settimana e per la stagione estiva è vivamente consigliata la prenotazione.

    Il vero punto di forza del locale risiede, appunto, nella qualità e nella varietà del cibo proposto, grazie ad una cucina colta, informata e a ridotto impatto sull’ambiente, perché a km 0.

    Non solo, a perfetto coronamento di una seria attività di recupero di usanze e presidi slow food, il Ristorante Claudia a Parma effettua anche la vendita diretta di salumi di suino nero di Parma, provenienti dall’ allevamento allo stato brado dell’azienda agricola Ca Mezzadri e di Parmigiano Reggiano di Vacche brune del caseificio Ponte Bratica.

    Con passione, serietà ed attenzione, i titolari e i collaboratori selezionano ogni giorno i prodotti da commercializzare, oltre a garantire un menu sempre vario e genuino.

    Grazie all’aiuto di chef di prestigioso e comprovata esperienza, vengono proposti al pubblico esclusivamente piatti unici, dal sapore fortemente tradizionale e locale: impossibile gustarli altrove.

    L’ospite verrà, così, immerso in un’esperienza degustativa e sensoriale avvolgente e totalizzante, mediante l’interazione perfetta tra ambientazione naturale, prodotti biologici e servizio impeccabile.

  • L’IMPORTANZA DELLE MATERIE PRIME ALIMENTARI

    Il Ristorante Claudia a Parma si avvale di materie prime alimentari di qualità superiore ed esclusiva.

    Salumi, carni, formaggi, verdure, vini, farine e molto altro, certificati e sicuri, non solo perché tracciabili e assolutamente biologici, ma soprattutto perché provenienti da fornitori e collaboratori di fiducia della zona.

    Si tratta di prodotti DOP o DOCG, vere eccellenze del territorio, protette e inserite in un programma di recupero ambientale e culturale.


    Ingredienti selezionati e ottenuti secondo procedimenti naturali e rispettosi di antiche usanze, dunque, rigorosamente made in Italy, anzi, esclusivamente made in Parma.

    Ciò consente al Ristorante Claudia a Parma di assicurare un’alimentazione sana, naturale, priva di sostanze o lavorazioni tossiche, chimiche o addizionali.


    Un esempio concreto è dato dall’allevamento allo stato brado del suino nero di Parma di Ca Mezzadri, uno dei principali rivenditori di carne della zona, nonché primo punto di riferimento del Ristorante Claudia a Parma.

    Questo tipo di attivitàconsente la valorizzazione del territorio montano locale, assicurando al contempo ottimali condizioni di vita agli animali che, non solo possono muoversi liberamente secondo natura, ma allo stesso modo, possono cibarsi di quanto il territorio offre loro, senza mangimi o integratori alimentari.

    Possono, inoltre, condurre un’esistenza serena, dettata da ritmi biologici naturali e spontanei, nel pieno rispetto dell’ambiente e di sé stessi.


    Lo stesso discorso vale per il parmigiano reggiano di produzione locale della famiglia Riva.

    Mediante una piccola stalla, condotta con metodi tradizionali, viene prodotto ogni giorno del buon latte.

    Le vacche vengono nutrite con foraggi dei propri pascoli, permettendo una gestione completa della filiera produttiva, per un rapporto diretto tra produttore e consumatore.

    Le parole d’ordine di questa attività e del felice microcosmo che vi ruota attorno sono: “ km zero” e “made in Corniglio”.